martedì 22 marzo 2011

Vellutata di piselli

I piselli sono comparsi in Europa intorno al Seicento, provenienti dall’Asia, ne esistono più di 250 varietà coltivate: in commercio ne troviamo di due qualità, quelli in cui i semi vanno sgranati e quelli che possono essere consumati con il baccello come le taccole conosciute anche come mangiatutto.
Si raccolgono da fine aprile a tutto maggio.
I piselli hanno un discreto contenuto di vitamine (A,C e alcune del gruppo B) oltre che di potassio, magnesio e fosforo. Come tutte le leguminose , contengono sostanze non digeribile che si degradano durante la cottura.
Fonte: Coltiviamo la salute di Ciro Vestita ed. Giunti




LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI


Ingredienti per 4 persone

500 gr. di piselli
2 patate medie
1 costa di sedano
1 cipolla bianca
1 cucchiaio di passata di pomodoro
4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.

Procedimento

Tagliate a rondelle il sedano e la cipolla e fateli dorare leggermente in 4 cucchiai di olio extravergine, aggiungete le patate tagliate a tocchetti, i piselli, il cucchiaio di passata di pomodoro e l’acqua. Aggiustate di sale e di pepe.
Portate a bollore e cuocere lentamente per 1 ora.
Frullate tutto con il mixer. La vellutata non deve essere troppo liquida, ne caso, fatela restringere ancora un po’ rimettendola sul fuoco.
Spegnete e aggiungete il parmigiano grattugiato facendolo sciogliere bene.
Servitela con crostini di pane.

Buon appetito!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...