venerdì 25 agosto 2017

Polpette di melanzane con Coppa e Parmigiano Reggiano

Il nome coppa compare per la prima volta nella letteratura nei testi del XIX secolo, anche se storicamente, la Coppa di Parma è nota fin dal 1700. Tra le più famose e rinomate, è un IGP (indicazione di origine protetta), è ottenuta dalle parti magre del collo del suino ed è caratterizzata da una forma cilindrica e una buona consistenza al tatto. La nebbia e l’alto grado di umidità tipico del territorio parmense, conferiscono a questo salume un sapore unico e inconfondibile: delicato, aromatico e quasi dolce. Al taglio la fetta si presenta di consistenza morbida, con le parti grasse di colore bianco-rosaceo e le parti magre di colore rosso vivo. La tradizione vuole che per conservare questo salume sia avvolto in un canovaccio di tela imbevuto di vino bianco.
La Coppa  I.G.P. che ho utilizzato per questa preparazione è stata prodotta dalla Cooperativa Clai.
 CLAI (Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi) è una Cooperativa agricola che opera nell’agroalimentare sia nel settore dei salumi, con una particolare specializzazione nel segmento del salame, che in quello delle carni fresche bovine e suine.
L’azienda opera principalmente in due stabilimenti: a Sasso Morelli di Imola (BO) dedicato alla produzione dei salumi e a Faenza (RA) dove si effettuano macellazione e sezionamento dei bovini e dei suini, adottando le procedure operative più avanzate per assicurare il benessere animale e alti standard di qualità nel sistema di trasformazione e lavorazione.
I prodotti dell’azienda sono presenti in tutti i canali di vendita e in tutte le regioni Italiane.
Negli ultimi anni 
CLAI ha sviluppato la sua presenza all’estero soprattutto nel comparto dei salumi. Fanno parte della cooperativa 283 soci, formati sia da soci allevatori che conferiscono il bestiame, che da soci lavoratori che svolgono la loro attività nei vari settori dell’impresa.
Nella preparazione dei salumi vengono utilizzate solo carni italiane, puro suino, sale iodato.
Non sono presenti il glutine  e i derivati del latte.
La filiera è controllata e certificata ed infine hanno ottenuto la certificazione iso 1400 per il rispetto per l’ambiente.
Come cooperativa agricola aderente a Fedagri Confcooperative hanno da tempo aderito al progetto “QUI DA NOI” che ha come obbiettivo la valorizzazione delle produzioni agricole nazionali.




LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone

2 melanzane violette non troppo grandi
2 uova
50 gr di Parmigiano Reggiano
100 gr di Coppa IGP Clai in una sola fetta
Farina di mais per impanature q.b.
Qualche rametto di basilico
1 spicchio d’aglio
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale  q.b.

Procedimento

Lavate e spuntate le melanzane, tagliatele a dadini.
Scaldate 4 cucchiai d’olio in una padella antiaderente, unite lo spicchio d’aglio tagliato a metà e i dadini di melanzane. Lasciate rosolare finché saranno teneri (7/8 minuti circa).
Lasciate raffreddare. e togliete l'aglio.
Nel frattempo tagliate a dadini la coppa e tritatela con il tritatutto, grattugiate il Parmigiano Reggiano.
Lavate e sgrondate il basilico.
Frullate le melanzane con le foglie del basilico.
Mettete tutto in una ciotola capiente, unite il trito di coppa, il Parmigiano Reggiano, le due uova leggermente sbattute, salate.
Amalgamate poi unite tanta farina di mais quanto ne necessita per avere un impasto corposo ma non eccessivamente duro, come quello delle polpette di carne, per intenderci.
Prelevate un po’ di composto e formate delle palline (la dimensione sceglietela voi, c’è chi le ama piccole e chi un pochino più grandi), passatele nella farina di mais e friggete in abbondante olio bollente.


Scolate con una schiumarola e mettete su carta assorbente da cucina per eliminare l’unto in eccesso. Servite calde.
Potete anche preparare un sughetto leggero di pomodori e basilico da servire in accompagnamento.
Buon appetito.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...